Tonino Guerra

Tonino Guerra è sapiente?

Sì, è gioiosamente sapiente.

Tonino Guerra è vecchio?

No, è gioiosamente giovane.

Tonino Guerra non ha le mani ha gli occhi.

Con gli occhi, che sono il suo cuore,

dipinge ogni giorno il mondo

i muri della nostra vita

e fa – il mondo e la vita – nuovi.

Egli ha nascosto in caverna

un alambicco pieno di fuoco incalzante

così che gli basta una notte

o un giorno o anche un’ora

per sfornare oro zecchino

e con questo comperare,

sia pure per un attimo,

il paradiso in terra.

Inventore di ombre, di soli,

di erbe distilla alchermes stregato

per vincere il dolore

e rendere meno faticosa,

e più degna, la speranza.

 

 

 

Informazioni aggiuntive

  • Tipologia di testo: poesie in altre pubblicazioni
  • Testata: Tonino Guerra. Diario di un poeta, a cura di Michela Canzian e Marco Minuz
  • Editore: Pordenone Arte Contemporanea
  • Anno di pubblicazione: 2011
Letto 2905 volte